Cantina Torre dei Beati

04_contatti

Torre dei Beati si trova a Loreto Aprutino, in provincia di Pescara, e nasce nel 1999 grazie all’incontro su di un banco di un corso di degustazione tra Adriana Galasso e Fausto Albanesi. Decisero sin da subito di dar vita a questa bellissima realtà vitivinicol,a prendendo in gestione diretta un vigneto coltivato per tanti anni dalla famiglia di Adriana. Sin dall’inizio della loro avventura enologica Adriana e Fausto hanno scelto di gestire i vigneti con criteri biologici, nel massimo rispetto della natura, con la convinzione che gli ottimi vini nascono in vigna. L’attività della tenuta è da sempre stata improntata alla coltivazione e valorizzazione dei vitigni autoctoni di un territorio storicamente vocato per la coltivazione della vite. Nel corso degli anni, l’azienda è cresciuta e ha ampliato la gamma dei prodotti, affiancando alle vigne di Moltepulciano nuovi vigneti di Pecorino e Trebbiano. Oggi, dopo oltre dieci vendemmie, possiamo affermare con sicurezza che quello che fino a pochi anni fa era soltanto un bellissimo sogno, ora è una solida realtà, madre di valide espressioni del territorio abruzzese.

Territorio

Oggi l’azienda ha 21 ettari, tra i 250 e i 300 metri sul livello del mare, situati su terreni di natura argillosa-calcarea che chiudono la valle del torrente Tavo innalzandosi verso i 3.000 metri del Gran Sasso d’Italia, la cima più alta degli Appennini. La particolare posizione fa sì che la vigna risenta costantemente durante il giorno, dell’aria temperata proveniente dal mare, e la notte soprattutto nell’ultimo mese di maturazione, del freddo che scende dalla montagna, già a settembre imbiancata di neve. Le vigne di Montepulciano sono state piantate circa quarant’anni fa dal padre di Adriana e hanno esposizione sud, sud-est, mentre gli impianti di Pecorino sono esposti a sud-ovest.

I vini

“Giocheremo con i fiori” Abruzzo DOC Pecorino

 L’Abruzzo Pecorino DOC “Giocheremo con i fiori” nasce da un vigneto di 4 ettari con esposizione nord-est e terreni di matrice argilloso-calcareo. Dopo un attenta selezione delle uve sia  la vinificazione che la maturazione avvengono interamente in acciaio con  l’obiettivo di esprimere i caratteri fondamentali del Pecorino, esaltandone, senza forzature, la fresca e non banale complessità aromatica, e il particolare profilo gustativo in cui alcol, acidità e mineralita’ sono ben presenti e in buon equilibrio fra di loro.

“Bianchi Grilli” Abruzzo DOC Pecorino

Con il nome Bianchi Grilli vengono indicate delle produzioni limitate di vino bianco infatti,  è una versione strutturata e complessa, che mette in luce le grandi potenzialità espressive del Pecorino. La maturazione del vino avviene in barriques a contatto con le fecce fini di fermentazione che esaltano la speziatura balsamica e officinale del vitigno per un periodo di 9 mesi. Il vino prosegue poi il suo affinamento in bottiglia per 12 mesi per acquisire  toni più profondi, complessi e importanti, e probabilmente più autenticamente espressivi dell’anima ancora poco esplorata di questo vitigno. L’acidità’ e la mineralita’ molto spiccate intessono un confronto serrato e curioso con le rotondità tipiche della maturazione in legno, senza esserne domate, rendendo anzi ragione delle grandi potenzialità del Pecorino.

“Bianchi Grilli”Trebbiano d’Abruzzo DOC

La coltivazione del Trebbiano è  stata introdotta di recente dalla tenuta Terre dei Beati, , per la volontà di rendere il loro piccolo omaggio a questo vitigno così importante della tradizione abruzzese. La vinificazione avviene in parte in acciaio e in parte in botti di acacia. Il vino matura per 9 mesi sulle fecce fini per arricchire il bouquet e la complessità aromatica. Prosegue poi il suo affinamento in bottiglia per 12 mesi prima di essere commercializzato.

“Rosa-ae” Cerasuolo d’Abruzzo DOC

La prima espressione del Montepulciano dell’annata, e il primo indicatore del suo andamento. L’estrema selezione fatta prima in vigna e poi sul tavolo di scelta garantisce al vino buona struttura e maturita’, arricchite da un corredo aromatico fresco e piacevole legato alla fermentazione a temperatura controllata, a ulteriore dimostrazione della grande flessibilita’ del vitigno Montepulciano.Il vino rosato è ottenuto per metà da un salasso di vino rosso e per metà da soffice pressatura delle uve non diraspate. La fermentazione avviene in acciaio alla temperatura controllata di 15-16 °C. Il vino si affina poi per alcuni mesi in contenitori d’acciaio prima di essere imbottigliato.

Montepulciano d’Abruzzo DOC

Il Montepulciano D’Abruzzo DOC  è un’interpretazione personale ed elegante del vitigno rosso principe del territorio. La vinificazione avviene in acciaio, con premacerazione a freddo e macerazione complessiva di 20 giorni. La maturazione del vino si svolge metà in botti di rovere di Slavonia da 30 hl e metà in barriques di rovere francese di secondo passaggio, per la durata di 12 mesi con l’obiettivo di facilitare il naturale raggiungimento della stabilita’, mantenendo la pulizia del frutto e completandola con un discreto ed equilibrato apporto speziato.

“Cocciapazza” Montepulciano d’Abruzzo DOC

Il vino deriva dal vecchio nome della zona dove sono piantati i vigneti di montepulciano. La raccolta scalare delle uve avviene i quella parte di vigneto di 2 ettari che consente di realizzare vini maturi e strutturati. La vinificazione avviene in acciaio con premacerazione a freddo e macerazione complessiva di 30 giorni. Il vino matura poi in barriques nuove al 70%, per un periodo di 20-22 mesi, prima di essere imbottigliato. Un vino complesso con il caratteristico frutto rosso   in perfetto equilibrio con le note speziate di pepe nero e di liquirizia, e quelle  balsamiche, di cioccolato e tabacco. La struttura è ottima, i tannini ben presenti, ma morbidi ed evoluti, di grande maturità. Grasso e carezzevole nel finale, con lunghissima persistenza in bocca.

 

“Mazzamurello” Montepulciano d’Abruzzo DOC

Vino di grande struttura e persistenza, per produrlo vengono scelte solo le migliori uve dell’annata proveniente da un vigneto di 2 ettari esposto a sud-est.
La vinificazione avviene in acciaio con premacerazione a freddo e macerazione complessiva di 30 giorni. Il vino matura per un periodo di 20-22 mesi in barriques nuove con bâtonnage sulle fecce fini.
La tecnica di lavorazione sulle fecce fini arricchisce il bouquet di un ricco ventaglio di profumi, dal frutto rosso ai profumi floreali e speziati di grande eleganza. Al palato denota corpo e struttura importanti, caratterizzato da tannini morbidi ed evoluti. Quadro finale di lunga progressione e di intrigante bevibilità.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...