Cantina DELLA VOLTA

 

cantine

Cantina della Volta nasce nel 2010 per iniziativa di un gruppo di amici appassionati di vino, che hanno chiesto a Christian Bellei di condividere un nuovo progetto nel settore vinicolo: dare continuità alla produzione di vini del territorio modenese secondo il metodo classico, ampiamente utilizzato in Francia, meglio noto come metodo Champenoise, cioè quello della rifermentazione naturale in bottiglia. Christian Bellei rappresenta la quarta generazione di imprenditori vinicoli a Bomporto di Modena. L’attività fu iniziata dai suoi avi nel 1920 e in seguito ereditata dal padre Giuseppe, che condusse l’azienda vinicola di famiglia fino al termine degli anni novanta. Giuseppe Bellei, nel modenese, noto come “Beppe”, riuscì a trasmettere sapientemente a Christian tutta la passione per l’enologia, lavorando assiduamente insieme al figlio e coinvolgendolo nelle varie fasi della lavorazione dei vini. Padre e figlio hanno condiviso numerose visite a Epernay in Francia, attratti dal fascino dello Champagne. Lo scopo dei viaggi era studiare a fondo l’elaborazione dei vini con il metodo Champenoise, per poi applicarlo alle uve lavorate nella propria cantina di Bomporto. Questa grande passione per il Metodo Classico, rappresenta l’anima che ha condotto Christian Bellei fino alla nascita della Cantina della Volta. La sua scelta di vinificazione è da sempre orientata al metodo tradizionale della fermentazione in bottiglia, non contemplando mai l’utilizzo dell’autoclave. Il Lambrusco RIMOSSO (vinificazione in purezza delle uve di Lambrusco di Sorbara) richiama fortemente la tradizione agricola modenese dei vini rifermentati in bottiglia. Tutti gli altri vini spumanti come il MATTAGLIO prodotto con chardonnay e pinot nero nelle 3 declinazioni (Dosaggio Zero, Blanc de Blancs e Blanc de Noirs), il TRENTASEI a base di Lambrusco di Sorbara così come il Rosè, ed infine LABASE prodotto con lo chardonnay, sono invece elaborati con il Metodo Classico che consente di ottenere vini più eleganti, grazie alla lenta maturazione in bottiglia con successiva degorgiatura e dosaggio.

rimosso-boxed
Annunci

Cantina ELENA FUCCI

xelena-fucci.jpg.pagespeed.ic.9-zj5M0yR8

La storia della cantina di Elena Fucci nasce nell’anno 2000, quando in famiglia si discuteva se vendere i bellissimi vigneti di proprietà che circondano l’abitazione dove Elena era cresciuta. Esempio di coraggio e determinazione, Elena decide di dare una svolta alla sua vita e di investire soldi, anima e corpo, nella cura dei vigneti e nella produzione di vino di qualità. 7 ettari di vigne che si trovano a Barile, in provincia di Potenza, in contrada Solagna del Titolo: un bellissimo territorio a 600 metri di quota, dove la terra è nera e vulcanica.

La scelta fin dall’inizio, senza nessun rimpianto, fu quella di puntare tutto su un’unica etichetta: il TITOLO, immaginandolo fin da subito come un vino da serie A, (quelli che i francesi chiamano crù). Un unico vino per motivi oggettivi legati alle rese dei vigneti, e la qualità data dalla maturità delle piante; un unico vino per rappresentare al meglio la specificità dell’Aglianico e la territorialità del Vulture, che offre a questo vitigno un’espressione unica; un mix di microclima e di terroir che in Contrada Solagna del Titolo regala una delle migliori espressioni possibili.

Oggi, al fianco di Elena, ci sono il padre Salvatore, che difende a spada tratta l’operato dell’amata figlia, i fratelli e la madre. Tutte queste forze, riunite sotto la sapiente guida di Elena per dare vita ad un grandissimo vino.

titolo